Adamitullo, 12 anni dopo

Adamitullo, 12 anni dopo

Torno ad Adamitullo [una comunità salesiana vicino alla missione di Zway] dodici anni dopo l’ultima volta che ci sono stato e vedo che sta rifiorendo. La comunità salesiana è il motore di questa nuova fioritura. I quattro salesiani presenti, due preti e due brothers, sono molto vicini alla gente, alle persone e sopratutto ai giovani nello spirito di don Bosco. Un bel gruppetto di giovani sta camminando per diventare cattolici. A causa del corona i programmi dell’oratorio sono limitati, ma la parrocchia e la scuola, nel rispetto delle regole imposte dal Covid, sono in piena attività.

La cooperativa

Negli anni duemila ad Adamitullo si era creata la cooperativa agricola Zeffirino Namuncurà. Oggi la cooperativa non è più presente, ma nonostante ciò le attività agricole stanno proseguendo in molti ambiti. Ci sono una quindicina di mucche da latte, sono ripartiti i nuovi mulini a disposizione della gente, ci sono coltivazioni di verdure per l’uso della comunità e per la distribuzione.

Mi ha fatto piacere vedere che molti dei ragazzi che anni fa erano nella cooperativa ora sono diventati maestri ed insegnanti nella scuola salesiana. In una di queste ultime sere ci siamo potuti incontrare per una cena in amicizia. E’ stato bello ricordare i momenti passati insieme, le cose belle che hanno vissuto in questi anni e le delusioni.

Essere qui nella casa dei volontari di Zway e condividere con loro questo mese in armonia mi sta facendo bene.

Posso dirmi fortunato per questa nuova opportunità che mi è stata data. Vi invito a farvi avanti e condividere con i volontari un periodo della vostra vita. Tra i tanti uno degli obiettivi che mi era stato affidato dai Mekuamiya [un gruppo di signori della zona di Brescia che, ogni anno, si adopera per aiutare le missioni con lavori di manutenzione] era quello di sistemare l’impianto per l’acqua calda della casa volontari. Mi sono dovuto arrendere: il sole di Zway, invece di scaldare l’acqua, la raffredda!

Antonio – Mekuamiya Tamama

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *